VERSO IL RINNOVO DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE

Domenica 20 ottobre 2019 saremo chiamati a rinnovare i membri del nostro Consiglio Pastorale Parrocchiale.
Il Consiglio Pastorale «ha un duplice fondamentale significato: da una parte, rappresenta l’immagine della fraternità e della comunione dell’intera comunità di cui è espressione in tutte le sue componenti, dall’altra, costituisce lo strumento della decisione comune pastorale».
Rinnoveremo il Consiglio per gli anni 2019-2023 e lo faremo animati dalla gioia di percorrere una nuova tappa evangelizzatrice nella vita della nostra Diocesi. Camminiamo insieme custodendo il dono della comunione e la coscienza della corresponsabilità.

I COMPITI DEL CONSIGLIO PARROCCHIALE
Al Consiglio Pastorale Parrocchiale:
1. è affidata la cura che la comunità viva del rapporto con il Signore: che sia una comunità che nasce dall’Eucaristia, che ascolta la Parola e che vive un clima di preghiera fedele e fiduciosa, nella persuasione che senza il Signore non possiamo fare nulla.
2. è affidata la cura che la comunità sia il contesto in cui ciascuno riconosce che la sua vita è una grazia, una vocazione, una missione. In particolare che l’Oratorio e la pastorale giovanile siano scuola di preghiera e percorso vocazionale accompagnati con sapienza e autorevolezza da adulti che si pensano come Comunità educante.
3. è affidata la cura che la comunità sia presente, nel contesto in cui vive, come il sale della terra, con la creatività, la carità, la cultura, le feste e il buon vicinato.
Il CPP non ha senso in sé, ma esiste e funziona solo come espressione della comunità, perciò dovrà mantenere e sviluppare il suo rapporto con la comunità e rendere pubblici i suoi lavori e le sue decisioni.
COME È COMPOSTO
Il CPP è composto dal Parroco, dai sacerdoti della parrocchia, dai rappresentanti delle comunità religiose presenti in parrocchia e da laici che rappresentino le diverse realtà della parrocchia.
I MEMBRI LAICI
Sono in numero proporzionale a quello dei parrocchiani – per la nostra parrocchia sono 25 – così distribuiti: due terzi eletti dalla Comunità; un terzo nominati dal Parroco, per rendere il Consiglio Pastorale più rappresentativo dell’immagine complessiva della parrocchia, avendo cura che i vari gruppi parrocchiali (liturgia, carità, missionarietà, catechesi dell’iniziazione cristiana e post iniziazione, oratori, famiglia, comunicazione) siano tutti rappresentati nel Consiglio
CHI SONO GLI ELETTORI
Elettori sono tutti coloro che, battezzati, abbiano compiuto i 18 anni e siano canonicamente domiciliati
nelle parrocchie costituenti la comunità pastorale o stabilmente operanti in esse
CHI SI PUO’ CANDIDARE
Possono essere membri dei consiglio parrocchiale coloro che, avendo completato
l’iniziazione cristiana, abbiano compiuto 18 anni e siano canonicamente domiciliati nella parrocchia oppure risultino operanti stabilmente in essa.
INCONTRI E ARGOMENTI
Il CPP si riunisce circa 7 o 8 volte da settembre a giugno, secondo un calendario definito all’inizio dell’anno. Potete trovare a questa pagina l’elenco degli incontri del mandato 2015-2019, con i verbali delle sedute.

LE TAPPE DEL RINNOVO

  • Dal 9 giugno 2019: raccolta delle autocandidature; ciascun membro della parrocchia può presentare la propria candidatura contattando direttamente il parroco
  • 20 ottobre 2019 (dalla messa delle 18 del 19/10): votazioni ed elezione del nuovo Consiglio Parrocchiale

MATERIALE UTILE

  1. la lettera di presentazione della Diocesi
  2. il NUOVO DIRETTORIO
  3. il CALENDARIO dei rinnovi
  4. il foglio A3 distribuito in chiesa

CAMPEGGIO 2019 – PREPARATIVI

 

Io so suonare la chitarra,
io so dipingere, fare poesie,
io so scrivere e penso molto….
io non so fare niente.

 

È una strofa di “Dove troveremo tutto il pane” che nel nostro caso si traduce in:

  • Sai come collegare i fili elettrici?
  • Sai come risolvere problemi idraulici?
  • Sei capace di sollevare piccoli pesi?
  • Non sai fare niente, ma hai buona volontà?

 

Sei l’uomo/la donna per noi: abbiamo bisogno di te!

C’è bisogno di volontari per montare il campeggio: sono sufficienti un paio di braccia in più, un po’ di buona volontà, un abbigliamento adeguato alla montagna (cipolla style), degli scarponcini, guanti ed eventualmente degli avvitatori, se fossero già in vostro possesso.

Pertanto non indugiare ulteriormente: contatta don Andrea o scrivici tramite Facebook per poterti mettere in contatto con il gruppo dei volontari e riuscire a organizzarsi al meglio.

 

Le prossime date per andare a montare il campeggio sono:

  • 01.06.2019
  • 08.06.2019
  • 22.06.2019 – 23.06.2019
  • 29.06.2019 per la pulizia e la preparazione finale. In questa data serve anche un grande aiuto per pulire.

Cosa aspetti ancora? Chiamaci!

ORATORIO ESTIVO 2019

Oratorio Estivo 2019
da lunedì 10 giugno a venerdì 12 luglio

Siamo quasi pronti ad accogliere le iscrizioni per l’Oratorio Estivo 2019.
Qui trovate tutte le indicazioni e le informazioni utili, ma se necessitate altri dettagli contattate don Andrea (cittyuren@hotmail.it).

La nostra avventura inizierà con un POMERIGGIO SPECIALE DOMENICA 9 GIUGNO
per tutti i bambini e i ragazzi iscritti (in Oratorio Maria Immacolata)
15.30 Presentazione delle 4 SQUADRE
16.00 Prima Sfida a punti (già validi per la Classifica generale!!!)
17.00 Consegna delle magliette dell’Oratorio Estivo 2019

LA PROPOSTA EDUCATIVA
È l’Oratorio secondo lo stile di don Bosco! Il don e le suore nei momenti di preghiera trasmetteranno il messaggio quotidiano della Parola di Dio e insieme agli animatori lo renderanno vivo nell’animazione e nel gioco.
La preghiera, il gioco e l’animazione sono i fondamentali della nostra proposta: chi aderisce all’Oratorio estivo aderisce alla proposta nella sua interezza, consapevole che l’Oratorio è un tempo e un’esperienza per camminare con Gesù.
Anche per questo, nel nostro progetto educativo prevediamo la Messa feriale (mercoledì mattina) come momento topico di incontro con il Signore Gesù.
Per evitare malintesi ricordiamo che non è possibile esentare i ragazzi dai momenti di preghiera e culto poiché sono parte integrante della proposta educativa.

Novità per 5ᵃ elem e Medie
La ristrutturazione dell’Oratorio San Luigi è quasi terminata; quest’anno per i ragazzi di 5ᵃ elementare e Medie funzionerà così: L’ingresso mattutino sarà in Oratorio Femminile (Maria Immacolata)
Dopo la prima preghiera i ragazzi si sposteranno all’Oratorio Maschile (S.Luigi)
– L’uscita delle 12.00 (per chi non si ferma in mensa) e l’ingresso tra le 13.30 e le 14.00 saranno all’Oratorio Maschile
– L’uscita anticipata delle 16.30 sarà all’Oratorio Maschile
– L’uscita delle 17.45 sarà invece all’Oratorio Femminile: infatti i ragazzi torneranno in OMI per il momento finale di animazione e preghiera.

Costi
Quota di iscrizione: euro 18 (quota fissa per assicurazione e 2 magliette)
Quota settimanale: euro 15 (il 2° figlio €10, il 3° figlio gratis)
Quota SETTIMANALE MENSA: euro 9 (NON SCORPORABILE)

Quando iscriversi
ISCRIZIONI da DOMENICA 19 MAGGIO a SABATO 1 GIUGNO tutti i giorni dalle 16.30 alle 18.30 in OMI (Oratorio femminile). All’atto di iscrizione occorrerà pagare la quota fissa d’iscrizione (18 euro) e almeno la prima settimana che si sceglie di frequentare.

NON SARÀ POSSIBILE ISCRIVERSI IN ALTRI MOMENTI, NEMMENO A ORATORIO INIZIATO

SCARICA IL VOLANTINO CON TUTTE LE INFO E IL MODULO DI ISCRIZIONE

Altre info utili:

INGRESSO e USCITA
Gli ingressi e le uscite saranno gestiti con il braccialetto colorato che verrà distribuito all’atto di iscrizione e che deve essere indossato per tutto il periodo di frequenza.
7.30-9.00 Ingresso (tutti OMI) *alle 9.00 il cancello viene chiuso*
12.00 Uscita per chi va a casa x il pranzo (5el-medie OSL)
13.30 – 14.00 Ingresso pomeridiano (5el-medie OSL)
*16.30 Uscita anticipata
17.45 Uscita (tutti OMI)
Gli orari vanno rispettati. Non sono possibili ingressi e uscite in orari differenti da quelli indicati, né di mattina né di pomeriggio. Ci si organizzi per accedere solo nei momenti di ingresso e uscita previsti.

USCITA ANTICIPATA
Quest’anno l’uscita anticipata sarà alle 16.30, non più alle 16.00. Viste le numerose richieste degli scorsi anni e le relative difficoltà di gestione, quest’anno l’uscita anticipata sarà accessibile solo in queste due modalità:
1) Al momento dell’iscrizione si può indicare la scelta di far uscire il proprio figlio tutti i giorni alle 16.30.
2) In caso contrario si potrà accedere all’uscita anticipata SOLO se vi è un
motivo importante certificato, e non più di una volta alla settimana

PISCINA E GITE
I bambini iscritti alla piscina dovranno entrare in Oratorio la mattina prima delle 9.00 come ogni altro giorno e usciranno alle 17.45 con tutti gli altri. I giorni di piscina l’Oratorio resta aperto (non utilizzeremo però l’Oratorio Maschile).
Alle gite possono partecipare solo i ragazzi iscritti all’Oratorio estivo. I giorni di
gita l’Oratorio resta chiuso.
Nel modulo di iscrizione abbiamo previsto una parte in cui si autorizza previamente la partecipazione dei bambini alle piscine e alle gite: l’adesione a ogni singola uscita sarà confermata dal pagamento della quota corrispondente.
Per le gite e per la piscina NON serve l’accompagnatore per i bambini più piccoli

LABORATORI
L’iscrizione ai laboratori viene raccolta il giorno dell’iscrizione all’Oratorio Estivo, fatta salva la disponibilità dei posti a ciascun laboratorio. L’elenco dei laboratori sarà pubblicato il 15 maggio sulla pagina FB Oratorio Canegrate e sul sito www.parrocchiacanegrate.it

MENSA
Come lo scorso anno, il servizio mensa va prenotato all’atto dell’iscrizione.
Al momento delle iscrizioni occorrerà prenotare le settimane in cui si vuole usufruire del servizio pagando direttamente la quota settimanale per i pasti (3 pasti a settimana: 9 euro; quota fissa, non scorporabile).

DEPOSITO BAR
Questa possibilità è solo per i bimbi di 1-4 elem in OMI.

 

Pronti per questa BELLA STORIA!?

RACCOLTA FONDI STRAORDINARIA ORATORIO SAN LUIGI

Siamo quasi al termine; lanciamo una raccolta straordinaria per le attrezzature della cucina e l’allestimento del bar.
Ogni 50 euro ricevuti coloreremo una piastrella del disegno esposto in fondo alla chiesa.
Le donazioni possono essere fatte tramite bonifico
(intestato a: Parrocchia Santa Maria Assunta; causale: Lavori Oratorio;
Iban: IT64A0840433720000000302717)
oppure tramite busta ai sacerdoti.

PELLEGRINAGGIO FAMIGLIE A MESERO

Domenica 7 aprile un gruppetto di famiglie della nostra comunità ha partecipato ad una giornata di preghiera e pellegrinaggio a Mesero organizzata dalla Diocesi.

La giornata è iniziata alle 9 in un clima sereno e familiare: tra caffè, torte e biscotti siamo stati accolti, e chi aveva portato i bambini li ha lasciati alle baby sitter.

Dopo un momento di preghiera insieme, è iniziata la riflessione, guidata dapprima da un sacerdote, don Federico Cinocca, poi da una coppia di sposi, Carmelo e Lucia. Il tema centrale di questa riflessione era la figura di Abramo, in particolare questi versetti tratti dal libro della Genesi:

 

Genesi 12

1 Il Signore disse ad Abram:
«Vàttene dal tuo paese, dalla tua patria
e dalla casa di tuo padre,
verso il paese che io ti indicherò.
2 Farò di te un grande popolo
e ti benedirò,
renderò grande il tuo nome
e diventerai una benedizione.
3 Benedirò coloro che ti benediranno
e coloro che ti malediranno maledirò
e in te si diranno benedette
tutte le famiglie della terra».

Cosa c’entra la figura di Abramo con una coppia di sposi?

Abramo parte, seguendo una promessa, senza sapere bene dove lo condurrà il Signore, proprio come quando ci si sposa e si inizia una famiglia. Abramo è il primo pellegrino perché risponde a una chiamata, e ha il coraggio di lasciare la sua casa e mettersi in cammino. La voce di Dio per farsi ascoltare e comprendere parla a ciascuno con la lingua della sua esperienza, della sua storia. Le indicazioni sono chiare (“Vattene dal tuo paese, dalla tua patria, e dalla casa di tuo padre”) ma il contenuto profondo tuttavia non è totalmente afferrabile (verso dove? Verso “il paese che io ti indicherò”). È così ogni sposo o sposa che, a un certo punto, ha scommesso tutto su quell’uomo o quella donna, e ha lasciato la propria casa e le proprie comodità per incominciare con lui o con lei una strada nuova, e per costruire una casa nuova. Il primo pellegrinaggio, ci ha ricordato don Federico, è quando si ha il coraggio di lasciare sé e andare verso l’altro, anche la propria moglie o il proprio marito.

Il primo tratto del pellegrino è che è una persona che riceve una chiamata, il secondo tratto è che questa chiamata contiene una promessa di felicità. Per questo il pellegrino non è un turista, che viaggia per piacere, fermandosi un po’ in un posto e un po’ in un altro, né un vagabondo, spinto dal bisogno a spostarsi da un luogo all’altro senza pace.

Il pellegrino è destinatario di una promessa, e su questa promessa sale in barca e prende il largo, come si vede nella bellissima immagine di Friedrich, ripresa da Carmelo e Lucia, in cui appunto una coppia guarda dal proprio veliero una città all’orizzonte.

Dopo la riflessione guidata (e una nuova pausa caffè 😊) c’è stato dello spazio per la riflessione personale e di coppia, e poi ci siamo trovati per un breve pellegrinaggio a piedi, prima sulla tomba di Gianna Beretta Molla, poi nel santuario.

La messa era celebrata dal rettore del santuario, che aveva personalmente conosciuto Santa Gianna, e dal nostro vicario don Luca Raimondi. Abbiamo concluso il tutto con un pranzo insieme al sacco.

È stata per tutti una occasione di riposo e stacco dalle attività quotidiane, per concentrarsi su di sé, sul proprio cammino di coppia e di famiglia e ricentrare un po’ la direzione in cui si sta andando.

 

1 2 3 10