Letture buone per diventare cristiani consapevoli e responsabili

Si propongono qui di seguito alcuni articoli: il nostro invito è a leggerli, se non tutti almeno uno, per una maggior consapevolezza personale. Lettera aperta del Vescovi italiani alla parrocchia Il mito della Chiesa che non paga le tasse sugli immobili Credenti e non credenti, il sentimento religioso degli italiani d’oggi Qual è il ruolo dei laici appartenenti alla Chiesa nel mondo? Covid-19: ripartire da nuovi ideali Buona lettura!

» Read more

Invito alla lettura: Contro la paura ripartire da nuovi ideali

Contro la paura ripartire da nuovi ideali Covid-19 e i provvedimenti del Governo hanno creato un prima e un dopo nella nostra vita sociale. Qualcosa è cambiato per sempre. Il periodo del contagio dal virus Covid-19 e i rigidi provvedimenti del Governo hanno creato un prima e un dopo nella vita sociale e nella nostra storia. Non si ha memoria di un periodo in cui la paura ci ha improvvisamente reso cosi fragili e bisognosi di aiuto. Solo chi vive in aree di guerra e chi è costretto a scappare dalle carestie prova paure più grandi. Le pandemie le guardavamo […]

» Read more

Invito alla lettura, 8 aprile 2020

La tecnica è nuda, il Covid lo dimostra La tecnica è una perfezione priva di scopo, interessata unicamente all’esattezza interna delle proprie operazioni. Può espandersi a dismisura, ma questa espansione caotica non comporta alcun progresso. Per il progresso occorre l’iniziativa umana, che può essere efficace a patto che l’essere umano stesso riconosca a sua volta i propri limiti. Altro che il «pastore dell’Essere» cantato da Heidegger: mai come in questo momento ciascuno di noi si sente fragile, addirittura in pericolo. Il futuro che siamo chiamati a ricostruire non potrà essere se non “a misura d’uomo”, per adoperare un’espressione cara ad Adriano […]

» Read more

Invito alla lettura – 6 aprile 2020

Tutto l’amore che ci è chiesto di Maurizio Patriciello Fa male il cuore leggere delle vere e proprie invocazioni, da parte di alcuni credenti, per permettere a piccolissimi gruppi di partecipare alla Messa di Pasqua, e sapere che non potranno essere accolte. Eppure, la risposta a queste suppliche sincere e sofferte è la chiarezza e la fermezza. «Quale scompiglio si creerebbe nel fare turni, per pochi, a ripetizione?», si chiede qualcuno, persino tra i politici. Ci sono disposizioni che la Chiesa universale ha dato e che valgono per tutte le comunità cristiane del mondo in questo tempo di pandemia. E […]

» Read more

Messaggi dal Papa e dall’Arcivescovo

“Dite a chi soffre che il Papa è vicino e prega perché il Signore ci liberi presto dal male”. “Cari amici, buona sera” Così inizia il videomessaggio di Papa Francesco per la Settimana Santa. Parla a tutti, inclusi i bambini e ai ragazzi chiusi in casa, alle famiglie con qualche caro ammalato, alle persone sole, agli anziani “che mi sono tanti cari”, agli ammalati, agli eroi di tutti i giorni e di tutte le ore, i detenuti, i senza dimora: con tenerezza esorta alla speranza e a mettersi in moto, in tempo di isolamento, con la creatività dell’amore e la […]

» Read more

L’omelia del Papa in occasione della benedizione “Urbi et Orbi”

«Venuta la sera» (Mc 4,35). Così inizia il Vangelo che abbiamo ascoltato. Da settimane sembra che sia scesa la sera. Fitte tenebre si sono addensate sulle nostre piazze, strade e città; si sono impadronite delle nostre vite riempiendo tutto di un silenzio assordante e di un vuoto desolante, che paralizza ogni cosa al suo passaggio: si sente nell’aria, si avverte nei gesti, lo dicono gli sguardi. Ci siamo ritrovati impauriti e smarriti. Come i discepoli del Vangelo siamo stati presi alla sprovvista da una tempesta inaspettata e furiosa. Ci siamo resi conto di trovarci sulla stessa barca, tutti fragili e […]

» Read more

Invito alla lettura

La campagna di Cagliari «io resto a casa» vi sembra choccante? Se solo vi toccasse vedere… Caro direttore, ho letto ciò che avete scritto della campagna di comunicazione di forte impatto indetta dal sindaco di Cagliari, e del fatto che ha destato reazioni contrarie. Sono ormai stanco di stare a discutere sulla pandemia, e su tutti i correlati. Le ho già scritto una volta, lei sa chi sono e dove lavoro e la ringrazio per aver pubblicato le mie parole rispettando la mia richiesta di non rendermi riconoscibile per non rendere riconoscibili le persone di cui parlo. Provocato da quei […]

» Read more
1 2